BIOGR.

HOME

impeesa-it.html

ACQUISTA

http://www.ecoshop-italia.com/#/Recherche-de-Produit_2_pro-140

FAN PAGE

http://www.facebook.com/pages/impeesa-la-grande-avventura-di-Baden-Powell/43031218404

Impeesa, la vita di Baden Powell

1896, 20 gennaio. Dopo la resa del re di Bekway, vassallo di re Prempeh, c’è l’attacco a Kumasi. L’ingresso in città del contingente misto inglesi-indigeni della costa, è un evento storico. Arrivano i telegrafisti con il cavo elettrico, che seguivano la colonna di Baden Powell: segnalano la conquista di Kumasi alla costa e da lì la notizia arriva in Inghilterra. Durante la perlustrazione nei dintorni di Kumasi, BP scopre i resti umani provocati dai sacrifici degli Ashanti e trova la "Coppa del sangue": simbolo sacro che serviva a raccogliere il sangue delle vittime sacrificali. Oggi la coppa è esposta al museo militare di Whitehall a Londra. Il 29 gennaio la colonna di BP torna sulla costa e parte per l'Inghilterra. A Londra BP è accolto da trionfatore, insieme agli altri ufficiali. Arriva in febbraio con la nave ospedale Coromandel ed è promosso tenente colonnello. Ma in patria rimane poco: il 29 aprile, infatti, si imbarca a Southampton sulla nave “Tantalon Castle” e parte per una spedizione contro i matabele, una tribù di origine zulù che vive in Sud Africa (Zimbabwe). I matabele si stanno ribellando al dominio coloniale e attaccano le fattorie dei coloni bianchi. Il comandante della spedizione, chiamata Matabele Relief Force, è Sir Frederick Carrington, che vuole BP come capo di stato maggiore. BP viene convocato da Carrington con un telegramma mentre si trova a Belfast con il 13° Ussari. BP arriva a Mafeking in treno il 23 maggio e deve proseguire verso Bulawayo assediata: fa un viaggio di 10 giorni e 10 notti su una diligenza trainata da muli, dato che un’epidemia di peste bovina ha decimato i tiri tradizionali. Battaglia sul fiume Umgusa. I matabele si ritirano nella fortezza naturale dei Matopo, monti pieni di caverne e blocchi di roccia. Carrington invia BP in avanscoperta, ben conoscendo la sua predisposizione allo scouting. BP parte con l'amico-aiutante Jan Grostboom, mezzo boero e mezzo zulù. Scoperto dai matabele, BP si salva per miracolo con una fuga rocambolesca sulle rocce. Dopo la conclusione della campagna nel Matabeleland e nel Mashonoland, in dicembre ritorna in Inghilterra. Viaggia con sir Cecil Rhodes, il fondatore della Rhodesia, e con sir Frederick Carrington. Rientra con il 13° Ussari a Dublino, dove viene promosso colonnello e assume il comando di uno squadrone. Pubblica “The downfall of Prempeh”.


1897. A marzo è nominato comandante del 5° reggimento Dragoni della Guardia e lascia il 13° Ussari in cui era stato per 21 anni. Un periodo che BP definisce "Gli anni più belli della mia vita". BP la vive come una lacerazione. Voleva partire alla chetichella, all'alba, ma i suoi uomini gli fanno una festa a sorpresa con la banda del reggimento, e i militari che si sostituiscono ai cavalli della carrozza. BP la definisce "l'esperienza più commovente che abbia mai vissuto". I soldati lo salutano con coperte agitate da ogni finestra. Il corteo lo accompagna attraverso Dublino fino alla stazione. BP con il suo modo di fare anticonformista e con rapporti umani diretti verso i subalterni era riuscito a farsi amare molto dai Lillywhites. L'11 aprile si imbarca a Brindisi sul “Britannica” e raggiunge il 5° Dragoni di stanza a Meerut in India. Anche da comandante continua a fare cose vietate dal regolamento: contatti personali con i subalterni, basati sulla fiducia e sulla responsabilità personale. Organizza i soldati in piccole squadre affidate a sottufficiali (a questo si ispirerà per il sistema di pattuglia negli Scout). Secondo BP in questo modo la disciplina sorge dall'interno ed è quindi molto più efficace. BP avvia un grande lavoro per riformare tutto ciò che riguarda il suo reggimento.

Cambia anche le norme igienico-sanitarie, sfidando il regolamento. In questo modo azzera la mortalità dei suoi uomini e dei cavalli, insospettendo il ministero. Abbattuti anche i casi di ubriachezza e criminalità: questa esperienza gli sarà molto utile al momento di elaborare il concetto di auto-responsabilità che sta alla base dello scautismo. Nel suo reggimento gli ufficiali devono guidare gli uomini più con l'esempio che con gli ordini: anche questo è rivoluzionario. Nel suo reggimento BP fonda anche un corpo di esploratori. Come distintivo hanno il giglio della bussola: lo stesso che poi utilizzerà come simbolo per i Boy Scout. BP lo sceglie perchè indica il cammino. I suoi metodi per le esplorazioni vengono poi adottati da tutto l'esercito inglese. Conosce Winston Churchill, allora ufficiale subalterno del 4° Ussari. Pubblica “The Matabele compaign”.


1898. BP prende una licenza e va in Kashmir per un mese. Sono trenta giorni di totale relax a contatto con la natura. Si intreccia le scarpe con l'erba. Utilizza i ponti di corde che poi farà costruire anche agli Scout. Si improvvisa medico di un villaggio, dove c'era bisogno di aiuto. Durante il viaggio scrive "Aids to Scouting", il libro per l'esercito da cui verrà poi tratto "Scautismo per ragazzi".


1899. E' in congedo in Inghilterra. Martedì 8 luglio il comandante in capo Lord Wolseley gli ordina di andare in Sud Africa per reclutare un corpo di polizia, incaricato di pattugliare la frontiera nord-ovest. Il ministro della guerra, Lord Lansdowne, lo nomina Comandante in capo delle truppe della frontiera nor-ovest. BP insieme ai colonnelli Plumer e Hore deve organizzare la polizia della Rhodesia e del Bechuanaland. I motivi di tensione con i coloni boeri, i sudafricani di origine olandese, aumentano infatti di giorno in giorno e molti ritengono che la guerra sia imminente. BP parte da Southampton con la nave “God save the Queen” diretta verso Città del Capo: con lui ci sono Lord Edward Cecil e il maggiore Hanburg. BP raggiunge la città di Mafeking, una cittadina che si trova nella pianura solcata dal fiume Molopo, davanti alla collina di Cannon Kopje: è lì che termina la ferrovia. Mafeking è la chiave della frontiera-nord dei territori inglesi, e soprattutto è circondata da vasti villaggi di indigeni che non hanno ancora deciso se si schiereranno a fianco dei boeri o degli inglesi. Il 9 ottobre arriva un messaggio in codice del servizio di spionaggio inglese, che annuncia la guerra. Un corpo di spedizione boero guidato dal comandante Cronje, composto da 8 mila uomini, parte l’11 ottobre: il 13 ottobre Mafeking è assediata. Baden Powell organizza nei minimi dettagli la vita a Mafeking: un lavoro che gli dà molti spunti utilizzati poi per l'attività Scout, a cominciare dalle pattuglie di “cadetti”: ragazzi compresi tra i 12 e i 16 anni .


1900, 17 maggio: liberazione di Mafeking, dopo 217 giorni d’assedio. Uno dei primi inglesi a entrare in città è Baden, il fratello minore di BP, che è un maggiore delle Guardie Scozzesi, un reggimento d’élite. Appena rotto l’accerchiamento, BP si reca nel campo dei boeri: cerca il suo amico Kenneth “the boy” McLaren, che è stato ferito in un assalto e fatto prigioniero. Lo trova in pessime condizioni nell’ospedale da campo dei boeri, abbandonato (McLaren sarà l’aiutante principale di BP durante il primo campo Scout, nell’agosto 1907, e anche il primo segretario generale mondiale del movimento Scout). Pochi giorni dopo BP viene promosso maggiore generale (il più giovane dell’Impero Inglese) dalla regina Vittoria, che gli invia un biglietto di ringraziamento. L'assedio di Mafeking è stato raccontato sui giornali di tutto l'Impero e seguito da milioni di persone. Nei giorni successivi incontra Lord Roberts (il primo alto ufficiale che BP aveva conosciuto appena arrivato in India, nel 1876) e il grosso dell'esercito nel Transvaal da pacificare. In settembre riceve da Lord Roberts l'incarico di reclutare e organizzare la polizia sudafricana, di 11 mila uomini. Durante il lungo viaggio in treno butta giù i progetti per la creazione del corpo: le idee vengono approvate da Lord Roberts. BP è acclamato dai soldati alle stazioni di transito. Portato in trionfo a Città del Capo: dalla stazione al palazzo del Governo. Il 22 ottobre BP istituisce la Polizia sudafricana: continua a sperimentare le sue idee, basate sulla responsabilizzazione dell'individuo e sulla auto-formazione. L’uniforme della polizia sudafricana è molto simile a quella che poi verrà utilizzata dagli Scout. BP rivoluziona le tecniche di addestramento, combattimento, allevamento dei cavalli. Pubblica “Sport in war”.


1901, 19 marzo. BP incontra per la prima volta Rudyard Kipling a Città del Capo. In luglio torna in Inghilterra per una licenza di tre mesi, per malattia. In ottobre viene ricevuto da re Edoardo VII (che poi diventerà suo amico) al castello di Balmoral e viene insignito dell'Ordine del Bagno. Quando la salute si ristabilisce, in dicembre, BP torna in Sud Africa. Come al solito si distingue per le iniziative “poco ortodosse” secondo la morale del tempo e coinvolge i boeri nella pacificazione del territorio dopo la fine della guerra. E’ uno dei primi concreti indizi della sua volontà pacifista e sopranazionale che emergerà nella fondazione degli Scout. Il motto della polizia sudafricana è "sii preparato", lo stesso degli Scout. Pubblica “Notes and instructions for the South African Constabulary”. Con un decreto reale BP viene autorizzato ad aggiungere ufficialmente il secondo cognome.


1902, 7 giugno. Fine della Guerra con i boeri. Il corpo militare fondato da BP assume i compiti di polizia in tutto il Sud Africa, che Baden Powell percorre in lungo e largo.


1903. A gennaio accompagna il segretario coloniale Joseph Chamberlain in visita nel Paese. A febbraio è nominato ispettore generale della cavalleria per Gran Bretagna, Irlanda, Egitto e Sud Africa; in marzo torna in patria. BP visita le scuole di cavalleria di mezzo mondo, Italia compresa. Fa un lungo viaggio negli Stati Uniti e in Canada. Realizza una serie di riforme nella cavalleria. Durante un’esercitazione a Dresda incontra il Kaiser di Germania: l’imperatore dimostra di conoscere BP, eroe nazionale inglese.


1904. Il 30 aprile a Glasgow assiste alla parata annuale delle Boys Brigades di Sir William Smith: presenti oltre settemila giovani. Decide di adattare il suo opuscolo "Aids to Scouting" per i ragazzi su suggerimento dello stesso Smith.


1905, marzo. Visita le scuole di cavalleria di Tor di Quinto e di Pinerolo, in Italia.


1906. BP compie un viaggio in Sud Africa con il duca di Connaught per ispezionare la cavalleria. Incontra di nuovo Kipling. Fa altri viaggi in Egitto e nell’Africa Orientale inglese. Raggiunge le Cascate Vittoria. In Belgio visita la scuola della cavalleria belga. Il 30 ottobre conosce durante una cena Ernest Thompson Seton (August 14, 1860 - October 23, 1946) un inglese che risiede negli Usa. Seton è autore di libri di indianistica e organizzatore del movimento Woodcraft Indians. Sarà lui il fondatore dei Boy Scouts of America (BSA).


1907, 5 maggio. Dopo altri viaggi in Egitto e Sudan per ispezionare la cavalleria inglese, BP cessa dalle funzioni di ispettore generale della cavalleria e l’1 giugno viene promosso tenente generale. Dal 30 luglio all’8 agosto organizza il primo campo Scout della storia nell'isola di Brownsea: un esperimento riuscito benissimo. Con lui c’è anche Kenneth “the boy” McLaren, compagno di tante avventure nell’esercito. Una ventina di ragazzi vengono divisi in pattuglie: i lupi, i tori, i chiurli e i corvi. Ogni pattuglia è contraddistinta da colori, per fare in modo che i ragazzi si riconoscano subito. Si dedicano a giochi, costruzioni, osservazione degli animali, recite attorno al fuoco e a tutte le tecniche che gli Scout conoscono ancora oggi. Il canto preferito è quell’Ingonyama che BP aveva sentito cantare per la prima volta dagli zulù di John Dunn. Una volta concluso il campo, BP utilizza le cose che ha appreso dall’esperienza diretta con i ragazzi per fare delle modifiche al suo testo “Aids to Scouting”. In seguito BP pubblica “Sketches in Mafeking and East Africa”, ed espone una raccolta di 130 acquarelli in una delle più importanti gallerie di Londra. Scolpisce un busto di John Smith che viene esposto all’Accademia Reale.


1908. Da gennaio a marzo escono a puntate i sei fascicoli che poi verranno raccolti per comporre "Scouting for boys", il testo-base dello scautismo mondiale. Ne vengono vendute 110 mila copie in un anno. Il 14 aprile BP fonda la rivista "The Scout". L’esercito gli assegna il comando di soldati territoriali nell’Inghilterra del Nord. Un suo discorso viene interpretato in chiave anti-tedesca e finisce sui giornali, creando un incidente diplomatico con la Germania che causa ripercussioni anche alla Camera dei Comuni. BP emotivamente è sempre più lontano dalla vita militare e passa tutto il suo tempo libero per organizzare in Inghilterra e nei paesi dell’Impero il nascente movimento Scout, letteralmente esploso con la pubblicazione di “Scautismo per ragazzi”. Campo Scout nel Northumberland, a Humbshaught, cui segue il primo grande raduno Scout a Manchester. E’ del 1908 il ritratto fattogli dal pittore H. Speed.


1909. BP fa un viaggio in Sudamerica per propagandare il movimento Scout. Visita il Brasile, l’Argentina e il Cile. E proprio in Cile nasce la prima associazione Scout al di fuori dell’Impero Britannico. In agosto nascono gli esploratori nautici: fanno il primo campo a bordo del veliero Mercury. Pubblica “Yarns for Boy Scouts”. Raduno Scout per 11 mila esploratori al Crystal Palace di Londra. Con grande sorpresa di BP si presenta al raduno anche una pattuglia “autoformata” di ragazze. Si presentano a un meravigliatissimo Baden Powell: “Noi siamo le Girl Scouts”. E’ a tutti gli effetti l’inizio del movimento femminile Scout. In ottobre riceve la commenda dell'Ordine della Regina Vittoria e dell’Ordine del Bagno da re Edoardo VII, di fretta, in camera del sovrano, per evitare un incidente protocollare a cena. BP incontra gli esponenti delle principali confessioni religiose per affrontare una questione spinosa: la politica religiosa del movimento Scout. Sempre in ottobre viene organizzato a Glasgow un raduno per 6000 Scout.


1910, 31 marzo. BP lascia l’incarico di comandante della divisione di soldati territoriali. Riceve la laurea in legge ad honorem dell’Università di Edimburgo. Il 7 maggio dà le dimissioni dall'esercito e inizia a girare il mondo per organizzare gli Scout. Il primo viaggio è in Usa e Canada. In estate nasce ufficialmente il movimento delle Guide, grazie all’aiuto della sorella minore Agnes Smyth Baden Powell: in realtà le ragazze Scout sono già parecchie migliaia, in diversi paesi del mondo. BP pubblica “Scouting Games”. A dicembre è ricevuto dallo zar Nicola II, per promuovere lo scautismo anche in Russia.


1911. In giugno partecipa alla cerimonia per l’incoronazione di re Giorgio V. In luglio lo stesso re passa in rassegna gli Scout, radunati per l’occasione nel parco del castello di Windsor (residenza estiva del re). Il 26 novembre BP viene nominato “colonnello in capo” (una carica onoraria) del suo vecchio reggimento, il 13° Ussari. Viaggia per promuovere lo scautismo in Belgio, Olanda, Danimarca, Norvegia e Svezia.


1912. Il 4 gennaio l’associazione Scout inglese riceve il Royal Charter, un riconoscimento regale. A gennaio BP parte per il giro del mondo. Visita Filippine, Cina, Giappone, Nuova Zelanda, Australia e Sud Africa. Negli Usa incontra il presidente Theodore Roosevelt. Durante il viaggio promozionale BP parla a decine di migliaia di persone: tiene 41 conferenze, 63 discorsi pubblici e partecipa a 69 raduni Scout organizzati dalle associazioni locali per incontrare “the Chief”. Nel viaggio di andata sull'Arcadian incontra Olave St Clair Soames che diventerà sua moglie. E’ famoso l’episodio dell’incontro: BP osservando le impronte delle scarpe di Olave, lasciate sul ponte della nave, si accorge di averla già incontrata a Londra. I due fanno amicizia e presto nasce qualcosa di più, nonostante la differenza di età (lei ha 23 anni, lui 55). Si sposano il 30 settembre 1912 nella chiesa di Saint Peter a Parkstone, nel Dorset. BP pubblica “A handbook for girl Guides”, con l’aiuto della sorella Agnes. Fallisce un esperimento di “scautismo agricolo”.


1913. Viaggia con la moglie in Italia, Algeria e Malta. A Napoli, BP incontra uno dei primi reparti Scout italiani, della neonata associazione CNGEI (Corpo nazionale giovani esploratori italiani). La Corporazione dei Merciai (la più antica delle corporazioni in livrea di Londra) lo nomina “Maestro”. In luglio c’è il grande raduno Scout di Birmingham, il primo cui partecipano anche delle associazioni Scout straniere. C’è anche una rappresentanza del

Cngei, con sette esploratori. Il 30 ottobre nasce il primo figlio, Arthur Robert Peter.


1914. Nasce il Boy Scout Endowment Found, con una dotazione di 100 mila sterline raccolte in giro per il mondo dallo stesso BP. Il raduno degli Scouts a Londra viene passato in rassegna dalla regina Alessandra di Danimarca. Conferenza Scout di Manchester. Il 4 agosto scoppia la Prima guerra mondiale. Gli Scouts inglesi vengono mobilitati con compiti di supporto alle forze armate (portaordini, vigilanza delle coste e delle stazioni). Lo stesso

accade anche in altri paesi coinvolti nel conflitto. Il 13 ottobre, a 90 anni, muore la mamma Henrietta Grace Smyth. BP pubblica “Quick training for war”.


1915. BP fa visita più volte all’esercito inglese impegnato sul fronte franco-tedesco. Apre la Scout Hut ad Etaples. L’1 giugno nasce la figlia Heater Grace. Pubblica “Indian Memories”, “Marksmanship for boys” e “My adventures as a spy”.


1916, ottobre. Durante la conferenza di Matlock, del Derbyshire, Olave Baden Powell viene eletta Chief Commissioner del movimento mondiale delle Guide. Manchester ospita un convegno di capi pattuglia. Viene creata la branca lupetti, basata su un’ambientazione fantastica mutuata dal “Libro della Giungla” di Rudyard Kipling. BP pubblica “The wolf Cub’s handbook” e “Young knights of the Empire”.


1917. Matlock ospita la conferenza dei commissari Scout. In marzo BP e il duca di Connaught inaugurano la nuova sede centrale del movimento Scout, al numero 25 di Buckingham Palace Road, a Londra. Il 16 aprile nasce la figlia terzogenita di BP: Betty Saint Clair.


1918. Si susseguono i convegni Scout: Edimburgo, Glasgow, Londra, Newcastle e Bournemouth. Cominciano i primi esperimenti per creare una branca adatta ai ragazzi più grandi: i rover. A guerra finita BP visita i gruppi Scout nati in Spagna, Francia e Portogallo. In seguito BP acquista un appezzamento di terreno a Bentley, nell’Hampshire, e ne cambia il nome: da Blackacre a “Pax hill”, per celebrare la fine della guerra.


seguentebiographie-impeesa-it-3.html
precedentebiographie-impeesa-it.html